Prospettive:
il cambiamento

Ho una passione per la fotografia a infrarossi e la utilizzo anche nel coaching.

Le immagini a infrarosso stimolano i clienti a generare cambi di paradigma nell’osservazione della realtà e a riconoscere quali altre infinite possibilità si aprono solo modificando la prospettiva.

L’occhio umano riesce a vedere solo la luce dalla lunghezza d’onda compresa all’incirca tra i 400 e i 750 nanometri (nm). Oltre i 750 nm si trova la radiazione infrarossa. Attraverso particolari filtri viene fotografata la radiazione infrarossa alla quale l’occhio umano non è sensibile; questa radiazione è in grado di creare immagini dai colori “falsati” rispetto alla realtà. Attraverso la radiazione infrarossa la fotografia mette in scena immagini che i nostri occhi non vedono, rappresentando una realtà molto più ampia di quanto gli stessi ci permettono di focalizzare. La fotografia a infrarosso consente una peculiare sperimentazione in campo artistico, sia in fase di ripresa che di successivo sviluppo.
Fotografare oltre lo spettro del visibile svela un mondo come lo vogliamo percepire, paesaggi onirici e surreali, atmosfere sospese e ovattate, con combinazioni cromatiche insolite e ci stimola a guardare la realtà con occhi interiori, svelandoci orizzonti inattesi.

Alcuni miei lavori sono pubblicati su questa pagina e sul mio profilo Instagram

Torna su